Chi Siamo

Il Centro Internazionale Antinoo per l’Arte è sorto e si è sviluppato nell’ispirazione della scrittrice franco-belga Marguerite Yourcenar e delle sue opere letterarie per una promozione nazionale e internazionale della cultura in ogni sua forma espressiva.

La promozione di iniziative culturali è, infatti, un impegno che da tempo l’associazione sta portando avanti, convinta com’è, in tutte le sue numerose componenti di artisti, storici dell’arte, archeologi, letterati, critici, dell’importanza e del ruolo sociale che la cultura deve avere per contribuire fortemente ad accrescere il valore della vita di ogni individuo, della città di Roma e del nostro paese intero.

Il respiro universale di Roma, del suo passato glorioso che ha avuto nell’imperatore Adriano il suo grande protagonista ed epigono della tradizione civile dell’Occidente, che rimane ancora oggi essenzialmente classica, ha spinto la nostra Associazione a portare avanti sempre con attenzione e studio attività culturali di respiro artistico e scientifico.

Tale fu la consapevolezza che mosse Marguerite Yourcenar a studiare così magistralmente l’imperatore Adriano e all’illustrarne con uguale maestria la complessa personalità di statista, pensatore, filosofo, poeta e, persino, artista.

Le immagini, gli studi, le mirabili opere di una delle più importanti scrittrici del ventesimo secolo hanno potuto trovare, e potranno ancora trovare, all’interno della nostra Associazione una sede, uno spazio adatto alla memoria, un luogo di suggestioni creative, un ambiente tanto radicato nel passato quanto ineluttabilmente proiettato nel futuro.

Il nostro impegno culturale acquista, alla luce di quanto già detto, una ulteriore esperienza visibile quando vi sarà una nuova sede, che tutti auspichiamo nel più breve tempo possibile, adatta alle numerose attività culturali del nostro Centro e quello che più conta potrà essere fruibile da parte di tutti coloro che, identificandosi nella civiltà, da qualunque luogo provenga (come era nello spirito internazionale di Marguerite Yourcenar), non possano che amare l’Urbe millenaria e lavorare per il suo destino di eccellenza.

Il nostro Centro non è solo promotore di raccolta documentativa o di manifestazione artistiche e culturali, ma anche fautore di ricerca, approfondimento conoscitivo e interpretativo della vasta produzione letteraria, saggistica, drammaturgica e, in ultima analisi, anche psicologica e filosofica di Marguerite Yourcenar, oltre che promotore di cultura nel più vasto senso della parola.

Il Centro ha ideato e realizzato una propulsiva “cultura del fare” corrispondente ad una diversa maniera di “fare cultura”. Mostre, convegni, incontri di studio sono ormai il nutrimento necessario della nostra Associazione, e, per questo, si è delineato per i prossimi anni un programma denso di avvenimenti con efficaci e importanti argomenti che non mancheranno di destare l’interesse anche degli amministratori e della cittadinanza, tale da far diventare nuova e costituenda sede un importante centro (ne siamo sicuri) di attrazione culturale, storica, artistica, letteraria e archeologica, ma anche attivo sito di vita culturale moderna.

Questa nostra vocazione alla territorialità romana anima anche le nostre aspettative per il futuro e ci sollecita a sempre più numerosi progetti di adeguamento alle nuove necessità derivanti da una moderna interpretazione del nostro ruolo nel campo culturale della città di Roma.

Lo scopo è quello di lavorare numerosi e insieme perché si creino le migliori condizioni per un comune sviluppo culturale e anche per un sempre migliore livello di qualità della vita dei cittadini stessi di Roma. Questa è la complessa anima bivalente, crediamo, del nostro Centro.

Ripartire dalla personalità storica dell’imperatore Adriano, da quella mitica del suo amasio Antinoo e da quella letteraria e poliedrica di Marguerite Yourcenar, significa per noi restituire a Roma, e al mondo (nel nostro Centro, ed è nostro particolare vanto, vi sono anche personalità yourcenariane internazionali) che vi si riconosca, quel ponderato pragmatismo culturale che ha fatto dell’Urbe lo spettacolo umano e politico della nostra antichità.

Le nostre sono idee, tante idee, idee che vogliono veramente concretizzarsi e vogliono resistere al tempo, come fantasmi ineliminabili, ad ogni distinzione, ad ogni cambiamento delle apparenze, ad ogni esultare delle certezze.

Idee che speriamo costituiranno la forza vitale del nostro Centro per l’avvenire; idee sulle quali, noi tutti crediamo, Roma sia destinata, di per sé, a restare grande.

Prof. Raffaele MAMBELLA

Ringraziamenti speciali:

  • Prof. Emmanuele F.M. Emanuele che ha sempre creduto in noi sostenendoci con la sua amicizia e il suo supporto.
  • Camera di Commercio (C.C.I.A.A.) di Roma per la sede concessa nel tempio di Adriano (piazza di Pietra) nel periodo 2000-2007 e il supporto dato.
  • La direzione del Teatro Vascello di Roma per l'ospitalità dal 2012 al 2014.

Organigramma

Presidente
Luigi Romiti

Vice Presidente Vicario
Laura Monachesi

Presidente Onorario
Vincenzo Parma

Direttore culturale
Giovanni De Santis

Direttore Artistisco
Roberta Filippi

Architetto
Massimo Domenicucci

Tesoriere
Paolo Saluzzi

Segretario
Gemma Mezza Umani Ronchi

Consiglieri
Daniela Nonnis
Corrado Sabato
Paola Crema

  • Laura Monachesi
  • Giovanni De Santis
  • Carlo Savini
  • Massimo Domenicucci
  • Corrado Sabato
  • Michele Amici
  • Franco Papale
  • Yvon Bernier
  • Lidia Storoni Mazzolani
  • Maria Luisa Spaziani
  • Ferruccio Ulivi
  • Victor Urban
  • Hugo De Hana
  • Maria Fede Caproni-Armani
  • Lina Sergi Lo Giudice
  • Anna Mura Sommella
  • Maristella Lorche
  • Costantino Spatafora
  • Antonino Di Vita
  • Raffaele Mambella
  • Georges De Canino
  • Liberia Pini-Berti
  • Olga Biglieri Scurto
  • Enzo Peri Valente
  • Stefania Lotti
  • Luigi Romiti
  • Giuseppe Damigella
  • Benedetta Adembri
  • Giuseppe Calonaci
  • Doris e Michele Laubscher
  • Maurizio Fallace
  • Roberto Novelli
  • Giancarlo Umani Ronchi
  • Salvatore Mastruzzi
  • Marta Savini
  • Giovanna Scarsi
  • Françoise Bonali Fiquet
  • Giuliana Gardelli
  • Italo Benedetti
  • Giovanni Albanese
  • Vinicio Berti
  • Bernardita Norese
  • Olga Biglieri Scurto
  • Emanuele Scurto Panzera
  • Floriano Bodini
  • Barbara Breton
  • Ennio Calabria
  • Giuseppe Calonaci
  • Nano Campeggi
  • Pino Cappugi
  • Meo Carbone
  • Bruno Ceccobelli
  • Caroline Coate
  • Paola Crema
  • Lorenzo Cutuli
  • Bruce Dalzen Atherton
  • Giuseppe Damigella
  • Georges De Canino
  • Marco De Logu
  • Raffaele Della Rovere
  • Patrizia Dottori
  • Roberto Dottorini
  • Paolo Esposito Pirelli
  • Roberto Fallani
  • Andrea Felice
  • Paolo Fermi
  • Roberta Filippi
  • Salvatore Fiume
  • Luciana Fortini
  • Fiorenzo Fraccascia
  • Erminio Frappetta
  • Francesca Gallifante
  • Valter Gatti
  • Massimo Gabriele Gatti
  • Giuliano Grittini
  • Alessandro Kokocinski
  • Alis Levi
  • Stefania Lotti
  • Jean Pierre Landau
  • Tamara Landau
  • Renato Mambor
  • Stefano Mancini
  • Giuseppe Mannino
  • Ugo Marano
  • Leonella Masella
  • Vincenzo Maugeri
  • Marcello Mencarini
  • Alessandro Monti
  • Alessandro Monticelli
  • Cecilia Natale
  • Claudio Pagone
  • Lina Passalacqua
  • Patrizio
  • Paola Pedemonte
  • Sonia Peter
  • Paola Purarelli
  • Elvi Ratti
  • Renzogallo
  • Simona Sarti
  • Aligi Sassu
  • Placido Scandurra
  • Franca Sibilia
  • Alberto Sughi
  • Milena Tluska
  • Lucrezia Trentadue
  • Sandro Trotti
  • Arie Van Selm
  • Fiamma Zagara
  • Patrizia Zappa Mulas
  • Laura Zeni

Giovani Artisti del Centro

  • Diletta Buschi
  • Violetta Carpino
  • Ludovica Cefalo
  • Maria Cristina Marmo
  • Desiree Perifano
  • Igor Spadoni
  • Ralf Trillana
  • Damiano Tata
  • Lorena Tiberi
  • Valerio Trapani
TOP